Bitcoin Day a Milano: Back to the Future

Il resoconto di Cointelegraph Italia sul 21 Ottobre 2015 milanese all’insegna di #Bitcoin. AssoB.IT al mattino, FintechLAB al pomeriggio, #BitcoinMI alla sera.

Pubblicato da Giorgio Riccò su Cointelegraph Italia

Il 21 Ottobre al centro Copernico di Milano non si è parlato (solo) di skateboard levitanti, macchine volanti, vestiti che si asciugano autonomamente, o altre invenzioni strambe, ma indubbiamente è stata una giornata interessante e piena di appuntamenti in una location come il Centro Copernico che ospita ogni giorno chi lavora e discute d’innovazione.

AssoB.IT
La giornata è stata densa di attività, a partire dalla mattinata con l’assemblea annuale dell’associzione AssoB.IT che si occupa di promuovere la crescita e la diffusione delle tecnologie blockchain e di massimizzare sinergia, condivisione e collaborazione tra le aziende ed i professionisti del settore. Fra gli scopi dell’associazione quello di lottare contro la disinformazione e quello di fornire supporto e consulenza alle aziende che si avvicinano al mondo blockchain. Il gruppo svolge anche la funzione di hub fra diversi esponenti del settore aiutando a coordinare gli sforzi di advocacy, lobbying e rappresentanza in genere per quanto riguarda Bitcoin e la tecnologia blockchain. Assob.it stessa sarà presto gestita tramite una piattaforma decentralizzata basata sulla blockchain per garantire maggiore trasparenza nelle dinamiche associative ed amministrative.

Assob.it

FintechLAB
La giornata è proseguita con l’incontro su “Blockchain Assets” organizzato dalla Fondazione FintechLAB nel pomeriggio, in cui si è discusso delle diverse strategie che mirano a sfruttare le potenzialità di Bitcoin e della blockchain. Ospite d’eccezione tramite Alex Mizrahi, pioniere della tecnologia colored coin, che ha spiegato la tecnologia e risposto alle domande dei presenti.
Giacomo Zucco, Direttore della Fondazione Fintechlab, spiega:
“Durante l’incontro sono state prese in considerazione brevemente anche tecnologie basate su blockchain alternative indipendenti (NXT, BitShares, Ethereum, Ripple), ma lo sforzo di analisi si è concentrato sulle scelte che permettono di fare leva sulla sicurezza della prima e principale tra le blockchain esistenti, quella del protocollo Bitcoin. Una di queste scelte è quella di implementare un sistema di “colored coins”: marchiare alcune frazioni di bitcoin con dei codici univoci che rappresentano determinati asset, che viaggiano poi con le transazioni Bitcoin sottostanti. Esistono diverse proposte implementative per il concetto di “colored coins”: la Fondazione FintechLAB si è concentrata su quella di Alex Mizrahi, creatore di Chromaway, che durante l’incontro ha illustrato le caratteristiche principali, i punti di forza e di debolezza del suo protocollo. Alex ha risposto alle domande dei tecnici presenti, annunciando inoltre le ultime novità relative al suo progetto dal punto di vista del business, come la collaborazione con la banca estone LHV. Un’altra possibile scelta è quella di implementare delle specifiche “sidechains”: specifiche blokchain parallele, studiate ad hoc per la trasmissione di asset, la cui sicurezza, sia dal punto di vista del mining che da quello della stabilità “monetaria” di base, viene ereditata direttamente dalla “mainchain” di Bitcoin. Ad illustrare questi progetti per la Fondazione è stato, anche se in differita, Jorge Timon di Blockstream.”

Screen Shot 2015-11-02 at 12.48.13

Bitcoin Meetup
Alla sera si è svolto il Bitcoin Meetup Milanese con aperitivo e networking con gli esponenti della community milanese. Sono stati anche presentati nell’auditorium tre progetti relativi a blockchain e cryptocurrency, tra cui Eternity Wall (progetto nato nell’alveo dell’incubatore BlockchainLAB), un protocollo per inserire in modo permanente messaggi pubblici sulla blockchain. Il creatore di Eternity Wall Riccardo Casatta ha spiegato a CT Italia potenzialità e casi d’utilizzo di questo protocollo:
“Ho deciso di realizzare un servizio che permettesse a tutti di accedere facilmente alle proprietà di eternità, incancellabilità e scarsità della blockchain. Il 21 giugno 2015 nasce così il sito Eternity Wall con la proposition “Messages lasting forever”, ogni messaggio anziché essere salvato su un server come nel caso ben più noto di twitter, vengono scritti sotto forma di una transazione bitcoin, sulla blockchain. Esistono più di 5000 copie di questo particolare database e finché esisterà la rete bitcoin i messaggi saranno preservati e nessuno li potrà cancellare del tutto (se richiesto formalmente possono essere rimossi dal sito, ma questi rimangono nella blockchain, anche se volessi non potrei cancellarli). I possibili utilizzi spaziano dai messaggi d’amore, alla memorializzazione di eventi, alle promesse (elettorali per esempio), per censire debiti e scommesse, proposte di matrimonio e secondo la fantasia degli utenti come per esempio certificare acquisti e vendite di un portafoglio.”Nel corso della serata è stato anche inserito un messaggio che resterà per sempre visibile sulla blockchain per commemorare l’evento:
October 21, 2015 9:15 PM #BitcoinMI Back to The Future Day 2015.
La serata ha visto anche altri protagonisti, come Bitroad il secondo e-commerce al mondo ad utilizzare Bitcoin per gli acquisti che ora si è evoluto in marketplace per aziende e che utilizza la flessibilità offerta dai pagamenti tramite cryptocurrency per fare incontrare aziende e clienti a livello globale e The Island un social network con numerose funzioni innovative.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: